Questo sito fa uso di cookie Per saperne di piu'

ok

Da dove proviene la maggior parte della produzione di metalli preziosi

Giovedì, 23 Febbraio 2017 Da dove proviene la maggior parte della produzione di metalli preziosi

Il mercato di metalli preziosi, negli ultimi anni, ha assunto una grande importanza: sempre più persone nel mondo infatti, in cerca di nuove forme di investimento, decidono di rifugiarsi in beni come oro, argento, platino e palladio.

È normale in periodi di incertezza economica e politica che la gente sia intenzionata ad affidare i propri risparmi ai cosiddetti beni rifugio. 

Tuttavia questa grande richiesta di metalli preziosi può creare anche un problema di lungo termine, ossia si corre il rischio che un giorno la domanda di metalli preziosi possa essere superiore rispetto all'offerta, ecco perché è molto importante studiare già da oggi le più importanti realtà mondiali che si occupano dell’estrazione questi metalli preziosi.
In particolare l'argento, il metallo più importante dopo l'oro, ha nel Messico il principale paese produttore: nel 2016 infatti il paese centro americano ha registrato una produzione di argento pari a 5600 tonnellate, facendo registrare un incremento considerevole rispetto all'anno precedente.
Al secondo e terzo posto troviamo rispettivamente Perù e Cina, con 4100 tonnellate e 3600 tonnellate, mentre il primo paese europeo è la Polonia, che si piazza al sesto posto con oltre 1400 tonnellate di argento prodotto.

Chi esporta il maggior quantitativo di oro?

Passando al metallo prezioso per eccellenza, ossia l'oro, si deve dire che al primo posto si piazza la Cina, che ha fatto registrare nell'anno precedente una produzione pari a 490 tonnellate.
Si tratta di un incremento importante per il paese asiatico, che riesce così a superare l'Australia, che si piazza al secondo posto con 300 tonnellate.
Terzo posto per la Russia, che ha fatto registrare una produzione di oro pari a 242 tonnellate, facendo segnare una lieve flessione rispetto allo scorso anno, mentre nessun altro paese europeo si segnala tra i primi dieci.
Con l’inizio del 2017 la quotazione dell’oro ha subito un leggero ma costante rialzo, il che ha contribuito ad incentivare i piccoli risparmiatori ad acquistare oro in lingotti e monete.

Platino e Palladio: richieste in aumento

La produzione di platino e di palladio invece vede un unico paese protagonista, ossia il Sud Africa, che ha fatto registrare una produzione di 110 tonnellate di platino e 60 di palladio.
Al secondo posto di questa classifica si piazza la Russia, che ha fatto registrare una produzione di 25 tonnellate di platino e di ben 81 tonnellate di palladio, mentre al terzo posto troviamo il Canada, con 7,2 tonnellate di platino e di 17 tonnellate di palladio.
C'è da dire che in questi dati bisogna leggere con molto interesse la crescita di produzione mondiale del palladio, che ha fatto registrare un incremento generale molto consistente. Uno dei motivi principali può essere attribuito al fatto che questo metallo prezioso vede un utilizzo consistente anche nel mondo dei motori, visto che permette di utilizzare i convertitori catalitici nei motori a benzina. È lo stesso impiego che viene fatto del platino nei motori a diesel già da diverso tempo.

Italia Compro Oro è iscritta all'Albo degli Operatori Professionali in Oro redatto dalla Banca d’Italia al numero 05004700.